Manutenzione pergole: i consigli per la pulizia

Mag 8, 2024 | Blog, Pergole

manutenzione pergole

Le pergole da esterno aggiungono un tocco di eleganza e funzionalità agli spazi esterni che possono così trasformarsi in veri angoli di paradiso. Le pergole di fatti sono strutture che offrono un rifugio da sole, quindi una zona d’ombra piacevole nei mesi estivi ma in generale un ambiente accogliente per godersi il tempo all’aperto anche durante le mezze stagioni.

Tuttavia, affinché la loro resa sia sempre ottimale negli anni, è essenziale dedicare un po’ di tempo alla manutenzione delle pergole. Modelli all’avanguardia come le nostre pergole bioclimatiche garantiscono di certo una durabilità nel tempo molto alta. Ma loro e soprattutto i modelli meno innovativi di pergole meritano attenzioni, perché siano sempre al top della loro forma.

Come fare manutenzione alle pergole

Molte operazioni di manutenzione delle pergole possono essere eseguite autonomamente, specialmente quelle di routine come la pulizia e la rimozione dello sporco accumulato, come foglie e polvere.

La frequenza della manutenzione dipende da diversi fattori, tra cui il materiale della pergola, l’esposizione agli agenti atmosferici e l’ambiente circostante. In generale, è consigliabile effettuare una pulizia regolare almeno due volte all’anno, preferibilmente in primavera e in autunno.

Tuttavia, le pergole possono richiedere interventi di manutenzione più frequenti in caso di condizioni atmosferiche avverse o se sono esposte a inquinanti ambientali.

Perché è importante fare manutenzione alle pergole

Come abbiamo già visto, modelli innovativi di pergole richiedono una manutenzione decisamente minima, grazie ai materiali con cui sono realizzate. Tuttavia, la manutenzione delle pergole non va mai esclusa a priori, perché essere attenti alle loro condizioni e intervenire per tempo è l’unico modo per proteggere l’aspetto estetico ma anche la loro durata nel tempo.

Nello specifico, è importante fare una buona manutenzione delle pergole per questi motivi.

  1. Preservare l’aspetto estetico: le pergole contribuiscono all’estetica degli spazi esterni, aggiungendo stile e carattere. Una manutenzione regolare aiuta a preservare l’aspetto originale della pergola.
  2. Prolungare la durata della struttura: una corretta manutenzione può aiutare a prevenire danni e deterioramento della pergola nel tempo.
  3. Prevenire danni strutturali: la manutenzione regolare consente di individuare tempestivamente eventuali problemi o danni strutturali, come crepe, rotture o corrosione, quando sono ancora piccoli problemi e non grossi guai per il portafoglio.
  4. Garantire la sicurezza: una pergola in cattive condizioni può rappresentare un rischio per la sicurezza, specialmente se presenta danni strutturali o parti instabili.
  5. Preservare il valore della proprietà: una pergola ben mantenuta può aumentare il valore estetico e funzionale della proprietà e può essere un vantaggio quando si tratta di vendere o affittare la casa.

Come si puliscono le pergole

La pulizia delle pergole varia a seconda del materiale con cui sono realizzate, delle dimensioni, della struttura e di altre caratteristiche. In linea di massima, però, prima di procedere con l’applicazione di detergenti, prodotti o semplicemente acqua, tutte le tipologie di pergole devono essere ripulite da detriti e foglie che si accumulano sulla superficie. Puoi farlo utilizzando un soffiatore o un aspirapolvere a bassa potenza.

Il lavaggio vero e proprio della pergola solitamente richiede solo acqua tiepida e un detergente delicato, una spugna o un panno morbido ed è seguito dal risciacquo. Se ci sono macchie persistenti o difficili da rimuovere, puoi utilizzare una soluzione più concentrata di detergente o un detergente specifico per il materiale della pergola.

Come trattare una pergola in metallo

Le pergole in alluminio richiedono una pulizia con acqua e detergente delicato applicati con una spazzola morbida o un panno. Le pergole in alluminio, però, vanno controllate in particolare per via della ruggine che potrebbe presentarsi nel tempo: in tal caso, va rimossa utilizzando una spazzola metallica o della carta vetrata a grana fine.

Dopo l’asciugatura all’aria aperta, occorre applicare il trattamento protettivo specifico per metallo sulla superficie della pergola per proteggerla dalla ruggine e dall’ossidazione. Puoi optare per vernici antiruggine, smalti o primer appositamente formulati per metallo esterno. Assicurati di coprire uniformemente tutta la superficie della pergola con il trattamento protettivo e di rispettare le istruzioni del produttore per l’applicazione corretta.

Come trattare una pergola bioclimatica

Le pergole bioclimatiche possono essere regolate nelle lamelle personalizzando il livello di comfort esterno. Sebbene modelli come Climatika o Climatika Plus di Gaviota siano realizzate con materiali di altissimo livello, è sempre utile sapere come fare una buona manutenzione.

Come per qualsiasi altra struttura esterna, è importante pulire regolarmente una pergola bioclimatica per rimuovere sporco, polvere e detriti. Poi occorre controllarne periodicamente i componenti meccanici, come i meccanismi di apertura e chiusura, i sensori e i motori, assicurandosi che siano puliti e lubrificati correttamente. Quindi, la pergola bioclimatica essendo dotata di grondaie o canaline per il drenaggio dell’acqua piovana, assicurati di pulirle regolarmente per evitare intasamenti e problemi di drenaggio.

Come si lava la struttura di una pergola

Il lavaggio della struttura di una pergola solitamente prevede la preparazione di una soluzione di acqua tiepida e detergente delicato. Tutti i materiali più comuni per queste strutture, ovvero alluminio e acciaio, sopportano senza problemi mix di questo genere. In entrambi i casi, basta usare una spugna morbida o un panno per applicare la soluzione sulla superficie della pergola e pulire delicatamente tutte le parti, compresi i montanti, le travi e le traverse.

Dopo il lavaggio, segue il risciacquo con acqua pulita per rimuovere completamente il detergente e i residui di sporco tramite un tubo da giardino o un secchio d’acqua. Quindi occorre far asciugare la pergole naturalmente all’aria aperta (ovviamente se c’è il sole questa fase durerà meno).

Come si effettua la manutenzione delle grondaie della pergola bioclimatica

La manutenzione delle grondaie della pergola bioclimatica è importante per garantire un corretto drenaggio dell’acqua piovana e prevenire intasamenti che potrebbero compromettere il funzionamento della struttura. Occorre rimuovere manualmente detriti e foglie accumulati all’interno delle gronde utilizzando guanti e una spatola o uno strumento simile prestando sempre attenzione affinché non si danneggino le grondaie o la struttura della pergola.

Quindi, una volta rimossi i detriti, bisogna lavare le grondaie con acqua tiepida e un detergente delicato usando un tubo da giardino o un secchio d’acqua per risciacquare. Infine, basta verificare che l’acqua possa defluire liberamente attraverso le gronde senza ostacoli.

Come lavare le luci della pergola

Per lavare le luci della pergola, basta usare un panno morbido o una spugna imbevuti di acqua tiepida e detergente delicato pulendo sia la parte esterna che la parte interna delle lampade, quindi risciacquarle con acqua pulita e asciugarle con un panno morbido prima di reinserirle nella loro posizione sulla pergola.

Se ci sono parti fisse della pergola che non possono essere rimosse, puliscile delicatamente con un panno morbido o una spugna imbevuti di acqua e detergente. Assicurati di evitare l’umidità vicino ai componenti elettrici per prevenire danni!