Lavaggio tende da sole: come pulirle per togliere le macchie

Feb 2, 2024 | Blog, Tende da sole

Le tende da sole per definizione vengono installate all’esterno di un’abitazione. Solitamente non c’è alcun elemento di riparo o copertura, di conseguenza sono esposte in modo continuo ad agenti atmosferici come pioggia e vento. Va da sé che inevitabilmente finiscono per sporcarsi. Per questo motivo il lavaggio delle tende da sole è importante, non solo per una questione estetica ma anche di resa delle tende stesse. Vediamo dunque come pulire le tende da sole con gli strumenti e le tecniche giuste!

Come pulire le tende da sole di tela

Le tende da sole in tela sono la tipologia di tenda più diffusa, soprattutto nel caso di soluzioni installate non molto di recente. Un limite di questo materiale però è la tendenza ad accumulare sporco e macchie. Per questo motivo occorre pulire le tende da sole in tela con un preparato specifico per il quale però è possibile usare ingredienti comuni.

Nello specifico bisogna preparare un mix di detergente neutro e acqua da applicare con un panno di cotone immerso nella soluzione precedente strizzato perché non risulti troppo bagnato.

Per pulire una tenda da sole in tela può tornare utile anche un dispositivo per la pulizia a vapore, in grado di umidificare meglio le aree più sporche prima di passare il panno. L’umidità e l’alta temperatura contribuiranno a sciogliere e rimuovere lo sporco più ostinato.

In seguito, è consigliabile risciacquare semplicemente con un panno imbevuto d’acqua per eliminare eventuali residui di sporco e sapone.

Come pulire le tende da sole dalla muffa

La muffa è un problema non solo per gli interni di un’abitazione ma anche per gli esterni, in particolare per le tende da sole. Infatti, l’elevata umidità può favorire lo sviluppo di muffa su alcune tipologie di tende da sole, soprattutto su modelli più datati, realizzati in materiali che non coprivano in modo adeguato questo rischio. Ecco perché è importante sapere come pulire le tende da sole dalla muffa.

La muffa può presentarsi sulle tende da sole in macchie di colore verde o nero. In entrambi i casi è consigliabile bagnare prima la tende con acqua, quindi utilizzare uno sgrassatore delicato per rimuovere efficacemente le macchie formatesi nel tempo.

Per evitare di danneggiare il tessuto della tenda occorre strofinare delicatamente sulle aree interessate quindi risciacquare accuratamente l’intera superficie con acqua.

Per evitare che la muffa torni, situazione molto frequente, è preferibile applicare un prodotto antimuffa specifico.

Ricordati di far asciugare le tende da sole dopo il lavaggio!

Che siano macchie di sporco o di muffa, è importante far asciugare le tende da sole dopo il lavaggio. Staccare le tende dai supporti per arrotolarle non è mai consigliabile soprattutto se sono bagnate o umide. Il problema infatti è che alcuni materiali, come la tela di cui abbiamo già parlato, possono rovinarsi o addirittura far nascere nuova muffa.

Ecco spiegato il motivo per cui una tenda da sole che è stata bagnata deve essere asciugata all’aria aperta e solo una volta che è completamente asciutta è possibile eventualmente staccarla dal supporto.

Soprattutto se si tratta di una tenda da sole non resistente all’acqua (quindi parliamo di modelli non recenti che tendenzialmente sono impermeabili), una volta bagnata, ad esempio, dalla pioggia, e staccata dai supporti, deve essere messa ad asciugare il prima possibile.

Come mantenere pulite le tende da sole

Come molti oggetti della vita quotidiana, prevenire è meglio che curare, quindi sapere come mantenere pulite le tende da sole può far risparmiare tempo e costi, se limitiamo la pulizia alla comparsa di macchie difficili da togliere. Per questo motivo, meglio rimuovere immediatamente le macchie sulla tenda non appena vengono notate, per evitare che si fissino nel tessuto, sia all’interno che all’esterno della tenda.

Sebbene sia inevitabile che alcune macchie si formino, ci sono però alcune azioni che ci consentono di preservare la pulizia e l’efficienza di una tenda da sole.

Prima di tutto, nel caso di tende non resistenti alla pioggia, è consigliabile raccoglierle prima dell’inizio delle precipitazioni (o appena possibile). Come abbiamo già detto, sarebbe meglio evitare di arrotolare la tenda da sole quando è bagnata.

Per rimuovere lo sporco e prevenire accumuli, invece, è bene spazzolare la tenda almeno una volta alla settimana con una spazzola a setole morbide per non danneggiare il tessuto, usando solo saponi o prodotti di pulizia classificati come tensioattivi e neutri, poiché quelli aggressivi potrebbero danneggiare la tenda.

La lavatrice non è mai consigliata, nemmeno per le tende da sole di dimensioni ridotte, perché potrebbero danneggiarsi o rovinarsi. La pulizia a mano con un panno umido è sempre da preferire, meglio ancora se non l’aiuto di un macchinario per la pulizia a vapore.

Il materiale delle nostre tende da sole

Come abbiamo visto, fino a qualche tempo fa le tende da sole più comuni erano quelle realizzate in tela, che presentano però dei limiti importanti, soprattutto nella pulizia e di conseguenza nella loro durata. La qualità del materiale di una tenda da sole è pertanto molto importante non solo per facilitare la sua manutenzione, ma anche per garantire che la tenda duri più a lungo.

Per questo motivo le nostre tende da sole sono realizzate con materiali di ultima generazione, che rendono veloce e facile la pulizia grazie alla loro composizione studiata e ricercata nei minimi dettagli.

Il tessuto climatico traspirante delle nostre tende da sole, infatti, riesce evitare il passaggio di vento e l’accumulo di umidità. Il fatto che siano impermeabili accelera notevolmente i tempi di asciugatura.